A tavola con LeArtigiane

Pubblicato il: 28 marzo 2019

A tavola con LeArtigiane è la nuova rubrica di #lifestyle dedicato alla bellezza delle azioni di ogni giorno.

Dedicare un piccolo spazio agli occhi nella cucina quotidiana; giocare con i colori e i sapori della infinita varietà della nostra cucina italiana, costruire una tavola elegante e bella, che sazi la vista.

A tavola con LeArtigiane nasce per celebrare il ben mangiare italiano: buono, sano e bello. Semplicità a tavola, eleganza nella presentazione. Così LeArtigiane apparecchiano ogni giorno per la famiglia. Ma a tavola con le artigiane è anche un piccolo spazio blog dedicato alla buona tavola. Oggi parliamo di radicchio, pompelmo e cavolini di Bruxelles.

Il radicchio appartiene alla famiglia delle cicorie e la primavera è l’ultimo momento in cui gustarlo di stagione.

Ricco di minerali e vitamine, in Italia esistono diversi tipi di radicchio, ognuno associato a una tradizione culinaria e a specifiche preparazioni. Il radicchio rosso di Treviso è considerato il re delle varietà, di forma allungata, è il più dolce e il più indicato per le preparazioni cotte (come il risotto). Radicchio a tavola, dunque. E se siete curiose, vi segnaliamo un articolo interessante de La Cucina Italiana su com utilizzarlo in cucina.

A tavola con LeArtigiane tutto l’anno c’è il pompelmo!

Sapore forte, acidulo e vitaminico. È benefico per il sistema immunitario ed è un delizioso e sapido condimento, quando non gustato al naturale o spremuto. I tenui colori del pompelmo, dall’arancio delicato fino al rosa acceso lo avvicinano a tutte le sfumature connesse al corallo e al colore dell’anno 2019: Living Coral . Scelto da Pantone ogni anno, il colore della moda di quest’anno si accosta benissimo alle gote tenere del pompelmo. Largo alla tavola con accostamenti forti, contrasti e decise sfumature!

Ultimo elemento della nostra tavola di marzo sono i cavolini di Bruxelles: ricchi in acido folico, amici del fegato.

Hanno un nome che richiama le pianure dell’Europa Settentrionale, ma sembra che siano di origine italiana; esportati all’estero tramite le milizie di legionari. La facilità di coltivazione e di conservazione l’ha trasformati in uno degli ortaggi  più apprezzati e cucinati in Olanda e soprattutto in Inghilterra. Il loro verde delicato e la corporeità delle foglie e della forma ha ispirato inusuali accostamenti con l’oro, l’ottone scintillante e il travertino. Gli Antichi Romani ritenevano che il cavolo fosse nato dalle lacrime del Re di Tracia. La favolosa storia delle verdure, di É.Bloch-DanoA tavola con LeArtigiane significa anche scoprire nuovi cibi per la mente e lo spirito: questo mese vogliamo infatti segnalarvi un magnifico libro: “La favolosa storia delle verdure” di Évelyne Bloch-Dano. Potrete scoprire anche voi molti segreti e curiosità del nostro mangiar quotidiano. Un saggio francese una volta ha detto:
Dimmi ciò che mangi e ti dirò chi sei (Anthelme Brillat-Savarin)
LeArtigiane scelgono di dare spazio anche a come  si mangia. Scopriamo insieme come nutrire lo spirito, insieme al corpo: ecco la prima mise en place della stagione, curata nello styling, nella composizione e fotografata da Livia Selli, @pinkmarble . Piatti in pietra Gino Casavecchia, ciotole e piatti in vetro Martino Vertova, Decorazioni in ottone Asad Ventrella.