TRASMUTAZIONI: pittura, fotografia e materia.

DAL 3 AL 7 APRILE 

 
Pittura, fotografia e materia alchemica si incontrano in Trasmutazioni, l’esposizione di Luciano Boccardini e Pietro Floris che è possibile visitare gratuitamente al piano superiore del nostro spazio espositivo negli orari di apertura (Lun-Dom dalle 10:30 alle 19:00).
Non è necessario prenotarsi per l’evento. La registrazione, tuttavia, è raccomandata.

La mostra

Mutare la materia. Attraverso il percorso artistico di Luciano Boccardini è possibile tracciare una continuità tra gli stati della materia in cui avvengono sublimazioni evaporazioni. Tramutare l’anidride carbonica in ossigeno, le scorie nucleari in terreno, la gommapiuma in oro e chiedersi: cosa davvero può fare l’uomo? E’ facoltà dell’artista oppure dello scienziato?
 
Tornare all’uomo. Interrogare se stessi per comprendere gli altri. Non fermarsi alle apparenze o a becere convenienze, ma andare oltre, domandarsi. Con le fotografie di Pietro Floris, viene proposta una particolare prospettiva nell’osservazione delle cose, dei luoghi e, in questa mostra, delle persone.

Gli artisti

Un percorso artistico a quattro mani. Da un lato Luciano Boccardini, ispirato dalla materia, a cavallo tra la tentazione dell’arte e la congruità della scienza. Dall’altro Pietro Floris, che ritrae paesaggi riflessi, tuffatori e altre figure alla ricerca degli stati d’animo dell’uomo.   Luciano e Pietro condividono inoltre due grandi progetti che hanno come comune denominatore, l’arte al servizio degli altri. La Fondazione Culturale e il Giardino di Francesca. Due iniziative che operano da anni nel campo culturale e sociale, in Umbria e nel resto d’Italia. Da qui la grande amicizia che li lega e che questa mostra, con il ritorno di Luciano a Roma vuole tra le altre cose raccontare.

Data

03/04/2019
07/04/2019